Pubblicità

Anello delle nuove piazze: lo stato d’avanzamento dei cantieri prima della sospensione estiva

0

Con la posa degli arredi urbani possono considerarsi conclusi sia l’intervento di riqualificazione del II lotto di via Castelfidardo, sia quello di piazzetta Zavagli, nel rione Clodio.

Due interventi che fanno parte del progetto dell’Anello delle nuove piazze così come via Tonini, dove in settimana, prima della sospensione del cantiere per la pausa estiva, si completerà la nuova pavimentazione in selce del primo tratto, quello che da corso Giovanni XXIII arriva all’altezza di via Farini (anch’essa parte dell’Anello delle nuove piazze e già completata nelle scorse settimane).

Sarà con la ripresa dei lavori d’inizio settembre che sia via Tonini che via Ducale saranno riasfaltate col colore rosso che caratterizza l’intero progetto che, iniziato lo scorso anno, ha visto completati i lavori su via Tempio Malatestiano, via Serpieri, via Bertola, via Sigismondo, via Michele Rosa e piazzetta San Francesco, via Guerrazzi, nonché su via Castelfidardo (I e II lotto) e via Galeria, Piazzetta Zavagli, via Augurelli, via Farini, via Giordano Bruno e via Cairoli, da via Sigismondo a via Bonsi.

Di rosso anche il nuovo tratto di pista ciclabile realizzata su via Cavalieri, tra i Bastioni settentrionali e piazzetta Ducale, dove sempre a settembre è previsto l’avvio dell’intervento di riqualificazione della piazzetta attualmente in stand by perché utilizzata ad area di cantiere.

A conclusione della prima parte dell’intervento, via Tonini non sarà immediatamente transitabile se non da cicli e pedoni, in quanto sarà necessario un periodo d’assestamento dei conci di selce che, riprendendo la tipologia storica delle strade riminesi, caratterizzano la pavimentazione dell’intera carreggiata tra Corso Giovanni XXIII e via Farini. Un intervento di qualità che trova le proprie ragioni nell’evidenziare le eccellenze architettoniche circostanti, in primis l’ingresso del giardino del Museo e la visuale prospettica sulla Domus del Chirurgo, ma anche la Chiesa del Suffragio.

Dopo quello di Sant’Agostino e di Santa Rita, diventano così tre i sagrati delle chiese riminesi riqualificati dall’Anello delle nuove piazze. Tre tra le più belle chiese della città su cui particolare è stata l’attenzione dei progettisti per la riqualificazione degli spazi antistanti monumenti unici della storia di Rimini, contenitori di bellezze artistiche straordinarie – per tutte basti pensare agli affreschi trecenteschi di scuola riminese di Sant’Agostino – che con questi interventi riacquistano nuova bellezza.

Da evidenziare come gli spazi urbani riqualificati saranno caratterizzati, là dove previsto, dall’utilizzo di nuovi arredi urbani originali dell’Abaco per gli arredi urbani, adottato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Soprintendenza e realizzati dalla ditta LAB 23 su disegno del designer riminese Roberto Semprini.

Share.

About Author

Leave A Reply