Pubblicità

Black Marketing Guru, la startup che ha rivoluzionato il mondo della Pubblicità online

0

sala manager black marketing guruA Rimini, dentro una chiesa sconsacrata del XI° secolo, un gruppo di ragazzi sta cambiando le regole della pubblicità in tutta Europa con tecniche di Marketing non convenzionali che stanno facendo aumentare a dismisura il fatturato e la notorietà dei pochi fortunati clienti. Tutto nasce nell’Agosto del 2015 nella cucina del fondatore Giacomo Arcaro al Borgo S. Giuliano dove con Giovanni Casagrande decidono di fondare una startup interamente dedicata al mondo della pubblicità sui Social Network: Facebook, Instagram, Linkedin, WhatsApp, SnapChat, TripAdvisor etc. L’idea era certamente innovativa ma nessuno si sarebbe aspettato che in appena 12 mesi il team crescesse fino a 40 persone arrivando a gestire i Social di clienti come Bulgari, SCM, Baldinini, Comune di Rimini, Informatica SpA ed Ab-Imbev.

colonna XI° secolo black marketing guruzuckerberg black marketing guruNel gruppo sono presenti professioni molto particolari che vanno dal Facebook Manager all’Instagram analyst, dal LinkedIn Manager all’eCommerce optimizer. Per ogni social network è stato creato una divisione apposita ed un software automatico in grado di aumentare organicamente followers, likes e commenti con un team dedicato per ogni piattaforma. Facebook qui viene preso come una scienza ed ogni operazione viene misurata per ottenere il massimo e portare click e clienti attraverso regole non scritte e “best practice” da seguire minuziosamente. candelabri black marketing guruBlack Marketing Guru, così si chiama la startup, ha raggiunto in 1 solo mese il primo posto su Google alla ricerca “marketing guru” superando il padre fondatore del marketing Philip Kotler, tutti i dipendenti indossano una divisa rigorosamente nera e non hanno l’obbligo andare in ufficio, decidono loro dove vogliono lavorare, l’unico obbligo di presenza rimane il Venerdì sera dove dalle 15:00 alle 18:00 un DJ mette su musica house e tra una birra ed uno spritz si da libero sfogo ad idee assurde e campagne pubblicitarie al limite che hanno portato, per esempio, il sito www.PillolaStore.it a fatturare 120,000€ al mese partendo da zero. “Così – dice Giacomo Arcaro – apriamo la mente ed iniziamo a pensare “out of the box”, sarebbe impossibile altrimenti stare dietro agli oltre 1.500 cambiamenti che Facebook mette in atto ogni mese sul social. Ad oggi come Studio non abbiamo ancora attivato nessuna campagna promozionale per attrarre clienti perché ogni giorno riceviamo decine di richieste di preventivo e possiamo permetterci il lusso di selezionare i clienti che entreranno a far parte del nostro portfolio. Questa selezione di clienti ci ha portato in pochissime settimane a gestire profili di VIP, Corporate e Multinazionali da oltre 50 miliardi di fatturato annuo che, per forza di cose, non possono occuparsi direttamente dei social.”

ufficio giacomo arcaro black marketing guru sedie black marketing guruSu LinkedIn i profili del team di Black Marketing Guru ricevono oltre 40,000 visite al mese ed è una delle startup che riceve più curricula in assoluto grazie alla particolarità del lavoro svolto ed alla qualità delle persone che ci lavorano oltre alla totale assenza di orari. set fotografico black marketing guruÈ stato da poco aperto un nuovo reparto gestito dall’Art Director Giacomo Delfini, fresco vincitore dell’European Design Award, che li ha già visti impegnati in diversi restyling di loghi, siti e brand di colossi italiani. L’idea è quella di offrire ai clienti una consulenza a 360° che parte dal brand fino ad aumentare le vendite online con strategie digital e social.

Nelle ultime settimane sono letteralmente piovute offerte di finanziamento da parte di Business Angels ed Investitori privati italiani che non si vogliono perdere l’occasione di prendere parte ad una startup esplosiva che ha preferito la Romagna alla Silicon Valley ed ha fatto di una Chiesa sconsacrata il proprio quartier generale rimuovendo le immagini sacrali dalle nicchie per far posto ai ritratti di Steve Jobs, Emanuele Cecini e Mark Zuckerberg.

fronte chiesa di black marketing

Sono partiti con un capitale sociale di 10€ il 10 Agosto del 2015 ed hanno intenzione assumere oltre 50 persone entro fine 2017. La prerogativa? Meno di 24 anni e senza laurea.

“Non abbiamo trovato la formula magica – dice Alessio Delfini – semplicemente ci siamo specializzati in un settore dove non esistono esperti e dei quali tutte le aziende hanno bisogno. Siamo come un’impresa edile nel dopoguerra, invece di costruire case in muratura noi costruiamo forti identità sociali”.

 

Share.

About Author

Leave A Reply