Pubblicità

Dal prossimo anno scolastico un nuovo servizio per l’accoglienza degli alunni prima e dopo le lezioni

0

Partirà il prossimo anno scolastico un nuovo servizio dedicato agli alunni che frequentano le scuole statali di Rimini e rivolto in particolare alle famiglie che necessitano di orari più flessibili per accompagnare o riprendere i figli in anticipo o in ritardo rispetto al suono della campanella. A partire da settembre infatti sarà attivo per i bambini che frequentano le scuole statali d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado un nuovo servizio di accoglienza anticipata e posticipata rispetto all’orario delle lezioni, con educatori specializzati che saranno a disposizione degli alunni per consentire alle famiglie di poter disporre di orari più flessibili e compatibili con le esigenze di lavoro.

L’attività di accoglienza anticipata e posticipata sarà affidata in via sperimentale alla cooperativa Ancora e prevede la presa in carico per trenta minuti prima e dopo l’inizio dell’attività scolastica, con la possibilità però di accordarsi con la ditta sugli orari e dunque con una maggiore flessibilità per le famiglie interessate.

Dall’anno 2000 e fino al giugno scorso era in vigore una convenzione tra le singole istituzioni scolastiche e gli Enti locali per garantire un incentivo contrattuale al personale Ata, affinché potesse farsi carico dell’accoglienza e vigilanza degli alunni per non più di quindici minuti prima e dopo l’inizio delle lezioni. I dirigenti scolastici però i mesi scorsi hanno comunicato l’impossibilità di proseguire nell’organizzazione del servizio per il venire a meno delle condizioni, sia per la quantità di famiglie che richiedono il servizio, sia per la qualità del servizio stesso e hanno così richiesto all’Amministrazione Comunale di farsene carico dall’anno scolastico 2015/16. Il Comune così ha deciso non solo di proseguire, ma di potenziare il servizio e – non potendo contare su personale a disposizione nel proprio organico, né potendo procedere con assunzioni ad hoc – ha deciso di affidarlo in via sperimentale per il prossimo anno alla cooperativa Ancora, già affidataria dell’integrazione scolastica per gli alunni portatori di handicap e quindi come forma di servizio complementare a quello che già sta svolgendo. In questo modo sarà possibile avere personale formato, già presente a scuola e quindi già conosciuto agli alunni, che potrà garantire loro un servizio qualificato, che potrà spaziare dall’aiuto nello svolgimento dei compiti, a giochi e attività ludiche. Non più dunque solo una ‘vigilanza’ in senso stretto per coprire l’attesa prima e dopo le lezioni, ma un vero servizio personalizzato, che si evolverà a seconda delle esigenze delle famiglie e che sarà concordato con le scuole.

Il servizio – che sarà attivato in presenza di un numero medio minimo di 11 alunni per plesso scolastico – prevede una tariffa mensile di 40 euro.  In presenza di più alunni appartenenti allo stesso nucleo familiare la tariffa mensile del primo alunno iscritto al servizio resterà di 40 euro mentre la tariffa degli altri minori sarà ridotta del 50%.

Share.

About Author

Leave A Reply