Pubblicità

È un 27enne senegalese il presunto stupratore di Rimini

0

La Polizia di stato l’ha annunciato attraverso un Tweet: “Rimini. Fermato dalla task force il presunto autore della violenza sessuale a una ventenne milanese a ferragosto”.

Dopo giorni di ricerche e controlli sulle spiagge e nei locali notturni è stato individuato il presunto stupratore di Ferragosto: un 27enne senegalese, residente a Novara, in riviera da qualche giorno e in possesso di un permesso di soggiorno per motivi familiari. A suo carico un precedente per resistenza a pubblico ufficiale.

Ad aiutare il lavoro degli uomini della Questura sono stati i dettagli che la ragazza, una 20enne di Monza, ha fornito alla Squadra Mobile della sua città che ha strettamente collaborato con i colleghi di Rimini.

In particolare la ragazza ricordava che l’aggressore aveva uno spiccato accento piemontese, ma ha parlato anche dei capi d’abbigliamento e degli accessori indossati dal senegalese e della pettinatura “a treccine”.

Durante la scorsa notte, attorno alle 2, gli uomini della Squadra Mobile di Rimini, impegnati nella caccia all’aggressore, hanno individuato e controllato alcuni ragazzi stranieri che sostavano tra le cabine dei bagni 100 e 110. Proprio tra questi spiccava un ragazzo con le treccine e una maglietta rossa che, alla richiesta di mostrare documenti, ha risposto con un forte accento piemontese: per gli uomini della Mobile non ci sono più stati dubbi e per il senegalese è subito scattato il trasferimento in Questura. Immediati gli accertamenti e il riconoscimento da parte della vittima del volto del 27enne tra quelli di tanti altri mostrati in foto.

Il ragazzo è accusato di violenza sessuale ed è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria presso il carcere “Casetti” di Rimini.

Di seguito dichiarazione dell’Amministrazione comunale di Rimini:

 “La comunità e le istituzioni riminesi chiedevano risposte rapide e efficaci in merito agli episodi di violenza sessuale degli ultimi giorni e immediatamente queste sono arrivate. Una buona notizia. A quanto pare, il lavoro investigativo delle forze dell’ordine ha portato in queste ore al fermo di una persona, presunta responsabile di una delle vicende incriminate. E con questo si tratta del secondo arresto in appena quattro giorni, relativo a due dei tre episodi denunciati. Al di là dell’esito e del completamento delle indagini, va rimarcata ancora una volta l’efficacia e l’efficienza dell’attività di prevenzione e di contrasto messa in atto dalle autorità competenti, in sinergia con le istituzioni locali, sui molteplici fronti della tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico, a conferma che attraverso una stretta collaborazione si ottengono risultati tangibili. Di questo, ancora una volta, l’amministrazione comunale ringrazia la prefettura e le forze dell’ordine”.

Share.

About Author

Leave A Reply