Pubblicità

Eccezionali avversità atmosferiche del febbraio 2015: entro il 6 giugno le autocertificazioni per segnalare e quantificare i danni subiti

0

Entro il 6 giugno è possibile presentare le autocertificazioni per segnalare e quantificare i danni subiti a seguito delle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi dal 4 al 7 febbraio 2015 anche nel comune di Rimini.

L’Agenzia di Protezione civile regionale ha infatti emanato l’ordinanza con la quale si richiede la ricognizione del fabbisogno finanziario per l’esecuzione degli interventi sul patrimonio privato, attività economiche e produttive e attività agricole e agroindustriali.

La ricognizione dei danni NON costituisce riconoscimento automatico dei finanziamenti.

Tutti i soggetti interessati (privati, attività economiche e produttive e attività agricole e agroindustriali) possono presentare autocertificazione per segnalare e quantificare il danno subito entro il 06/06/2015 utilizzando la seguente modulistica:

·“Scheda B”  per la ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato, dei beni mobili e dei beni mobili registrati (ambito di intervento: strutture portanti, impianti, finiture interne ed esterne, serramenti, beni mobili quali elettrodomestici, arredamenti, ecc., beni mobili registrati quali autovetture, motocicli). In caso di condomini le schede devono essere raccolte dall’amministratore condominiale ed inviate in un unico fascicolo corredato da una nota di sintesi;

·“Scheda C”  per la ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive (ambito di intervento: strutture portanti, impianti, finiture interne ed esterne, serramenti, fabbisogno necessario per ripristino di macchinari, attrezzature e altri beni mobili, prezzo di acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti, danneggiati o distrutti a causa degli eventi eccezionali e non più utilizzabili). In caso di attività economiche/produttive ubicate in condomini le schede devono essere raccolte dall’amministratore condominiale ed inviate in un unico fascicolo corredato da una nota di sintesi;

·“Scheda D”  per la ricognizione dei danni subiti dalle attività agricole e agroindustriali (ambito di intervento: strutture portanti, impianti, finiture interne ed esterne, serramenti, strade interpoderali, opere di approvvigionamento idrico, reti idrauliche ed impianti irrigui al servizio di più aziende, terreni non ripristinabili e terreni ripristinabili, strade poderali e canali di scolo aziendali, piantagioni arboree e da frutto, scorte vive, scorte morte, fabbisogno necessario per ripristino di macchinari e attrezzature).

Le schede dovranno essere consegnate al Comune di Rimini entro il 06 giugno 2015, con allegato un documento di riconoscimento, attraverso una delle seguenti modalità:

– consegna all’Ufficio Protocollo del Comune di Rimini – Corso d’Augusto 158 (orario da Lunedì a Venerdì 8-13, Martedì e Giovedì 15-17),

–  per posta raccomandata indirizzando a: Comune di Rimini – Piazza Cavour 27 – 47921 Rimini

–  per fax al n. 0541/704157

–  per posta elettronica certificata: protocollo.generale@pec.comune.rimini.it.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare l’Ufficio relazioni con il pubblico (Urp) – piazza Cavour 29 – Tel. 0541 704287 – e-mail: danninubifragio@comune.rimini.it.

Tutte le informazioni e le relative schede possono essere reperite sul sito internet del Comune di Rimini: www.comune.rimini.it o sul sito dell’Agenzia Regionale di protezione civile: http://protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/argomenti/piani-sicurezza-interventi-urgenti/ordinanze-piani-e-atti-correlati-dal-2008/eccezionali-avversita-atmosferiche-verificatesi-nel-territorio-della-regione-emilia-romagna-nei-giorni-dal-4-al-7-febbraio-2015

( Fonte Immagine: youreporter.it)

Share.

About Author

Leave A Reply