Pubblicità

I neocampioni d’Italia del Baseball Rimini festeggiati al Teatro Galli

0

“Quando il Rimini vinse il primo scudetto era il 1975. E per festeggiarlo fummo ricevuti proprio qui, al Teatro Galli”. Corsi e ricorsi storici, ricordati dal presidente del Baseball Rimini Rino Zangheri, il più applaudito questa mattina nella cerimonia organizzata dall’Amministrazione Comunale per celebrare il 12esimo tricolore vinto martedì sera allo Stadio dei Pirati. Dopo 40 anni si è tornati quindi al Teatro Galli, nella cornice della Sala Ressi, che ha ospitato società e squadra al completo accolti dal sindaco Andrea Gnassi e dall’assessore allo Sport Gian Luca Brasini.

“Il baseball appartiene alla storia della nostra città e il presidente Rino Zangheri è l’indiscusso protagonista di questa storia – ha sottolineato il sindaco  – Rimini è una città che si appassiona allo sport, che vive grandi amori, ma che spesso si distrae. Se il Baseball Rimini è ancora ai vertici dopo tanti anni lo si deve a un presidente che ci ha sempre creduto, che è andato avanti sempre e comunque a prescindere dai risultati. Grazie quindi a tutti voi per averci regalato lo scudetto, conquistato con tenacia, forza e nonostante gli sfavori dei pronostici e grazie per averci riempito d’orgoglio”. “Per tutta la serie della finale, fortunatamente breve, si è sentito il grande calore della città, dei tifosi che hanno gremito lo stadio, ma anche dei media o sui social network” ha ribadito l’assessore Brasini, che ha ringraziato la squadra e in particolare il capitano-simbolo Pippo Crociati. Presente alla cerimonia anche Andrea Succi, storico giocatore del Baseball Rimini. “Il vostro 4-0 al Bologna – ha detto – resterà impresso nella storia”.
Il presidente Zangheri è stato omaggiato con una targa, mentre ai giocatori è stata consegnata una medaglia con la riproduzione del segno zodiacale dalla Cappella dei Pianeti del Tempio Malatestiano.

baseball zangheribaseball 2baseball 4

Share.

About Author

Leave A Reply