Pubblicità

Con la digitalizzazione parte dal 5 giugno la rivoluzione informatica dei procedimenti legati all’attività edilizia

0

Avrà inizio lunedì 5 giugno il progetto per la digitalizzazione dei procedimenti legati all’attività edilizia. Da tale data infatti sarà consentito presentare tramite il portale Sieder le istanze di permesso di costruire residenziali/non residenziale ordinarie ed in sanatoria; le segnalazioni certificate d’inizio attività, ovvero le Scia edilizie ordinarie e sanatoria, nonché le varianti a titoli abilitativi nati fuori Sieder; l’istanza di certificato di conformità edilizia ed agibilità; la comunicazione di inizio lavori asseverata e non; le integrazioni alle pratiche sopra menzionate generate su Sieder.

“Dalle parole ai fatti – ha commentato l’assessore al territorio Roberta Frisoni dopo aver presentato agli ordini professionali le novità introdotte – che dà il via a quella che per la nostra organizzazione sarà una vera e propria rivoluzione, da cui ci attendiamo alti e importanti risultati da uno sforzo sotto tutti i profili impegnativo e gravoso. Il 5 giugno rappresenterà infatti il “Via” da cui partire per la gestione informatizzata delle pratiche edilizie mentre sarà nella seconda parte dell’anno – presumibilmente in autunno – il momento in cui potremo partire con l’affidamento del progetto che ha come obiettivo primario la digitalizzazione dei documenti dei procedimenti edilizi pregressi dello sportello unico dell’edilizia (SUE) a partire dal 1946 fino ad oggi, ovvero all’avvio in produzione della piattaforma Sieder, tramite la quale si otterrà la gestione automatica e l’archiviazione digitale dei documenti del procedimento edilizio inoltrati esclusivamente ed interamente in formato digitale.”

Per facilitare l’introduzione e l’uso dei nuovi sistemi, gli uffici hanno previsto un periodo transitorio di circa 3 mesi (giugno/luglio/agosto) in cui sarà possibile presentare le pratiche anche con il sistema cartaceo. Una possibilità eccezionale, poiché il portale Sieder dovrà rappresentare anche in questi mesi la modalità prevalente per la presentazione delle pratiche.

Per questo, nella sola giornata di martedì, rimarranno disponibili sia l’ufficio “Front – office Tecnico” per la ricezione delle pratiche di PdC, SCIA e CCEA (la ricezione avverrà nella giornata di martedì dalle ore 10 alle ore 13 (a disposizione n. 2 operatori per un totale di n. 10 appuntamenti/settimana da 40 min. ciascuno da prenotarsi on-line sull’apposita agenda)); sia l’ufficio “Front – Office Archivio” per la ricezione delle pratiche CIL e Pratiche Paesaggistiche (la ricezione avverrà nella giornata di martedì dalle ore 11 alle ore 13 (a disposizione n. 2 operatori per un totale di n. 8 appuntamenti/settimana da 30 min ciascuno da prenotarsi on-line sull’apposita agenda)). Il Servizio di “Front office –  Archivio” rimarrà operativo negli orari e modalità già in uso per la presentazione delle integrazioni a procedimenti non attivati tramite la piattaforma Sieder.

Per quanto attiene il ricevimento del pubblico permangono gli orari e le modalità già in uso, fatta eccezione per il ricevimento delle pratiche edilizie che si modifica come sopra specificato.

A partire dalla data del 1° giugno la prenotazione di appuntamenti online per la presentazione di pratiche edilizie, per le informazioni normative nonché per l’accesso agli atti dell’archivio dovrà essere effettuato attraverso la piattaforma http://rimini.soluzionipa.it/portal previa registrazione dell’utente (da effettuarsi non prima di tale data), negli orari già in uso, mentre per quanto attiene l’utilizzo della piattaforma Regionale Sieder si informa che è attivo il servizio help desk ai link https://sieder.lepida.it oppure http://lepida.it/servizi/help-desk.

Per  consentire il disbrigo degli adempimenti conseguenti all’attivazione del sistema di back-office Civilia, il 1° giugno 2017  gli uffici di “Front – office ricevimento pratiche” rimarranno chiusi.

Share.

About Author

Leave A Reply