Pubblicità

Musei aperti a Ferragosto. Le iniziative nella settimana dall’ 11 al 16 agosto

0

Anche nel giorno di Ferragosto il Museo della Città con la Domus del Chirurgo e il Museo degli Sguardi riservano l’opportunità di una visita rimanendo  aperti secondo gli orari festivi: Il Museo della Citta’ e Domus del Chirurgo (via L. Tonini, 1 e piazza Ferrari) dalle 17 alle 23, il Museo degli Sguardi (via delle Grazie, 12) dalle 17.30 alle 21.30.

Nell’ambito del calendario di Rimini. L’emozione dell’antico, rassegna di visite guidate e laboratori promossa dai Musei Comunali di Rimini, mercoledì 12 agosto alle ore 21 si rinnova l’appuntamento con Rimini d’autore, visita guidata in compagnia dei grandi miti della letteratura, della tradizione, dell’arte che hanno portato il nome di Rimini nel mondo: l’imperatore Augusto, il chirurgo Eutyches, Francesca da Rimini, Leon Battista Alberti, Fellini sono i protagonisti di questo itinerario ai luoghi cui si legano i loro nomi.

E dunque un’occasione, per ragazzi e adulti, di conoscere la città e i luoghi legati ai personaggi che l’hanno resa celebre nel mondo.

L’appuntamento è alla Domus del Chirurgo (piazza Ferrari).

Quota di partecipazione euro 7. Gratuito fino a 7 anni; euro 4 fino a 18 anni e dopo i 65.

La visita verrà svolta a raggiungimento di un minimo di 12 iscritti (max 25).

La prenotazione è obbligatoria (tel. 0541.704421-26-28) entro le ore 12 di martedì 11 agosto.

Tante le esposizioni che potranno essere visitate fra Museo della Città, Castel Sismondo e FAR Fabbrica Arte Rimini, che anche saranno aperti a Ferragosto con orario festivo (Info: www.museicomunalirimini.it)

Al Museo della Città prosegue, fino al 1 novembre 2015,  Dalla cucina alla tavola. Frammenti del quotidiano, un percorso che si sviluppa nella Sezione archeologica seguendo il file rouge della cultura del cibo dall’età villanoviana a tutta l’epoca romana nell’intento di ricomporre quello che era l’ambiente della mensa e della cucina, ma anche la filosofia del banchetto, le abitudini alimentari e le vie dei commerci.

FRA CASTEL SISMONDO E IL MUSEO DELLA CITTÀ, DAL 12 LUGLIO (E FINO AL 1 NOVEMBRE) È ALLESTITA LA MOSTRA ILARIO FIORAVANTI. ESTASI IMMOBILE. SCULTURE, VASI E DISEGNI, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Rimini. Il ritratto e le donne, il circo e gli animali, il mito e le scene bibliche: una grande retrospettiva con 140 sculture in terracotta e 60 disegni che definiscono la ricerca plastica di Ilario Fioravanti dagli anni Quaranta del Novecento al primo decennio del XXI secolo.

Il grande Compianto che Fioravanti eseguì nel 1985 è esposto, in questa occasione, al Museo della Città nella sala che accoglie la Pietà di Giovanni Bellini, formando un suggestivo pendant fra antico e moderno.

Fino al 6 settembre, sempre al Museo della Città, è possibile visitare la mostra Davide Frisoni “Riflessioni temporali”, Un ciclo di opere che racconta una visione della realtà “altra”.

Senza rinunciare al tema principale della sua ricerca, la strada, e orientando però il dialogo attraverso  una rilettura che trasforma e riflette la lezione della nostra tradizione artistica occidentale, l’Artista ha cercato di interpretare con il suo linguaggio, il suo gesto, la sua grafia, alcune opere di maestri come Cagnacci, Ingres, Rembrandt, Pittoni, Maffei e tanti altri. L’esposizione vede due diverse ambientazioni: una al primo piano del Museo, ove troviamo il corpus principale delle opere, la seconda nel percorso del Museo (secondo piano) ove le opere di Frisoni sono affiancate a quelle dei maestri antichi. Il Guercino, il Cagnacci, il Pittoni, il Maffei e Murrillo.

Proseguono al Museo della Città (Ala moderna), fino al 16 agosto due delle mostre realizzate nell’ambito di Cartoon Club: NADIR QUINTO. La Parola nel Segno e FAVOLE DI VENEZIA. Esposizione di tavole originali di autori che hanno collaborato con Hugo Pratt.Venezia – Rimini – 2015.

La FAR – Galleria d’arte moderna e contemporanea (piazza Cavour) ospita dall’8 agosto fino al 6 settembre Trittico famigliare. Primo Conti, Maria Novella Del Signore, Tommaso Del Signore. Trittico famigliare si propone di riunire nell’ambito dello stesso evento espositivo tre generazioni di una stessa famiglia di artisti attraverso un arco di tempo di circa un secolo, 1911 -2015: Primo Conti, Maria Novella Del Signore, figlia del primo, e Tommaso Del Signore, figlio della seconda. Un percorso che attraversa anni cruciali di trasformazione in costante e crescente accelerazione del mondo in tutti i suoi aspetti, ambientali, civili, sociali, culturali, politici e estetici.

Sempre dall’8 agosto e fino al 5 settembre la sala Civica del palazzo del Podestà (piazza Cavour) accoglie la mostra PASQUALE MARTINI  My name is Pasquale.

Artista poliedrico, Pasquale Martini spazia dalla pittura alla scultura utilizzando materiali di scarto, colle, resine. Negli ultimi anni la sua ricerca si è incentrata sul rapporto tra esseri umani e animali, sottolineandone analogie e vicinanza di confini. La sua ultima  produzione si avvale del supporto fotografico di dimensioni e supporti variabili (fino a grandi misure, 150 x 150 cm). La fotografia nel caso di Martini ha un esito narrativo immediato e spesso l’artista stesso compare nella sequenza del racconto per  immagini.

Share.

About Author

Leave A Reply