Pubblicità

MUSIC INSIDE FESTIVAL: RIMINI TORNA CAPITALE EUROPEA DEL CLUBBING

0

Un successo importante. Un successo che riporta Rimini e la Riviera Romagnola fra le capitali europee del clubbing, facendole tornare ad essere un punto di riferimento assoluto a livello di impatto, offerta, organizzazione, forza progettuale. La prima edizione di MiF – Music Inside Festival si conclude con una lunga serie di eccellenze. Dalla risposta del pubblico, che nelle due giornate (in particolar modo sabato 7 maggio) ha superato ogni previsione, al livello degli show offerti: ma d’altro canto aver costruito una line up con alcuni dei più grandi nomi della musica elettronica contemporanea legata al dancefloor (mostri sacri come Sven Väth e Ricardo Villalobos, nuove stelle assolute come Solomun, Nina Kraviz, Jamie Jones, Len Faki o i Pan-Pot, più una vera e propria All Star italiana – Tale Of Us, Ilario Alicante, Ralf, Rame dei Pastaboys, giusto per nominare i primi…) offre abbastanza garanzie di poter offrire un weekend di livello eccezionale.

_DSC9085-Modifica _DSC9162-Modifica

Così in effetti è stato. Ma è fondamentale dire come questa line up – che a livello dance ha davvero pochi precedenti in Italia – sia stata messa nelle condizioni di esprimersi al meglio. Merito di impianti audio settati appositamente per l’evento, che hanno regalato un suono di qualità eccezionale; di impianti luci spettacolari; dell’accurato lavoro di tutto lo staff tecnico ed organizzativo, che ha assistito dal primo all’ultimo gli artisti e i loro entourage dal primo all’ultimo minuto del festival. Un fondamentale ringraziamento va anche allo staff addetto alla sicurezza, che ha operato con la massima attenzione e i modi migliori per evitare che le poche persone presenti all’evento non con l’intenzione di godersi la musica e un’esperienza artistica così intensa ed immersiva fossero in grado di guastare la splendida atmosfera creatasi (stabilendo un piano logistico e d’azione che, tra le altre cose, ha recepito in pieno tutte le sollecitazioni in tema di sicurezza avanzate dalla Questura – in una forma di collaborazione virtuosa ed esemplare).

Ogni prima edizione di un evento, soprattutto se l’evento punta subito ad inserirsi ai vertici assoluti per importanza e dimensioni, porta con sé delle incognite, anche forti. Le risposte per MiF – Music Inside Festival sono state davvero entusiasmanti, in sede di bilancio finale. Un grande ringraziamento va quindi davvero a tutte le persone e le realtà che hanno contribuito a rendere per due lunghe notti la Fiera di Rimini – che si è confermata una struttura di eccezionale funzionalità e soprattutto di fascino non comune anche per grandi eventi “non convenzionali” in campo musicale – una delle capitali europee della club culture. Un risultato finale in cui il team organizzativo formato da Lemmo’s Agreement e da molti dei migliori operatori nazionali nel settore degli eventi legati alla musica elettronica ha sempre fortemente creduto, lavorando per mesi all’evento; un risultato però che non si è mai voluto dare per scontato (anche perché tale non era). E ora? Ora è il momento di iniziare già a pensare alla edizione 2017.

_DSC9373-Modifica

Share.

About Author

Leave A Reply