Pubblicità

Opere pubbliche: venti nuovi cantieri pronti ad aprire dopo l’estate

0

Saranno una ventina i cantieri che, dopo la pausa per le ferie nel mese d’agosto, inizieranno la propria attività tra settembre e ottobre prossimi.

E’ quanto emerge dal piano di lavoro con cui la Direzione Lavori pubblici programma, segue e monitora costantemente circa 90 interventi su cui, nei prossimi 10 – 12 mesi, il Comune di Rimini è impegnato per un totale d’investimenti di circa 56 milioni di euro.

Tra gli interventi il cui avvio è programmato da settembre 2015 quelli per la messa in sicurezza delle scuole come, ad esempio, la scuola elementare Rodari (per 361.000 euro circa) o per l’ampliamento della XX Settembre con una spesa che si avvicina ai 2 milioni di euro e dove sono già iniziate le indagini archeologiche.

Sempre da settembre al via anche la manutenzione straordinaria per 550.000 euro delle strade del Centro, mentre da ottobre è programmata quella sulla litoranea sia Sud (530.000 euro) che Nord (470.000). Per rimanere sul tema della viabilità, in corso di pubblicazione il bando per la realizzazione dell’intervento per l’allargamento di via Diredaua, una delle opere strategiche per la trasformazione urbana di Rimini nord, Un intervento impegnativo – intorno ai tre milioni di euro – con consegna del cantiere e avvio dei lavori in programma per il mese di novembre.

Da ricordare anche gli impianti sportivi e la viabilità. Sempre in settembre è infatti stato programmato l’inizio degli interventi sul campo sportivo di San Giuliano (320.500 euro) insieme a quelli di San Vito (95.000) e Rivazzurra, dove il primo stralcio avrà un costo di circa 80.500 euro.

Per quanto riguarda la viabilità, in gara il secondo stralcio del comparto 2 del Progetto Tiberio, quello che prosegue l’intervento sui parcheggi al servizio del Borgo San Giuliano con un costo presunto di 250.000 euro, mentre sarà di 400.000 quello relativo alla rifunzionalizzazione degli assi di penetrazione verso il centro città come la via Marecchiese, dove l’avvio del cantiere è previsto nel mese d’ottobre. Anche il primo stralcio dell’Anello verde avrà inizio in ottobre, dando così inizio alla realizzazione o ricucitura del circuito ciclopedonale che abbraccerà la città. Il primo stralcio avrà un costo, già a bilancio, di 600mila euro per la rifunzionalizzazione dell’attuale pista ciclabile di circa 1,5 Km da piazzale Boscovich al faro e per la realizzazione di nuovi tratti di pista dal faro a via Coletti e da via Coletti a via Matteotti.

“Siamo pronti ad affrontare questa nuova fase dei lavori pubblici – ha detto l’assessore Roberto Biagini – che insieme ai cantieri ormai in fase di conclusione e a quelli di cui è imminente la conclusione della fase progettuale portano a una novantina gli interventi su cui la Direzione lavori pubblici del Comune di Rimini è impegnata. Un numero di cantieri a cui si aggiungono quelli dei progetti “speciali” come il Teatro Galli, la Casa del Cinema, il Tecnopolo, i contenitori universitari, per non parlare dello sforzo sul rifacimento del sistema fognario del Psbo dove degli 11 interventi in programma tre sono stati conclusi e cinque sono in corso. In particolare è stato avviato l’intervento sulla grande vasca di accumulo sull’Ausa di piazzale Kennedy. Un impegno qualificante e gravoso per dare concretezza al cambiamento della città e risposta alle esigenze dei suoi cittadini.”

Share.

About Author

Leave A Reply