Pubblicità

Parcheggi: per il centro storico previsti oltre 850 posti auto in più

0

La situazione dei parcheggi alla luce degli interventi da poco realizzati e quelli in corso è stato tra gli argomenti di discussione al centro della II commissione convocata questa mattina. “Una situazione in evoluzione – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Biagini – in virtù dei lavori di riqualificazione del centro storico in corso in questi mesi e della riorganizzazione funzionale del lungomare avviata un paio d’anni fa. Allo stato attuale, l’amministrazione Comunale ha in gestione 4.614 posti auto totali su tutto il territorio, una dotazione destinata ad ampliarsi in previsione degli interventi programmati in particolare sul centro storico, dove attualmente si contano 2.769 posti totali a pagamento (cifra che comprende  quelli gestiti da Comune, Start Romagna e altri). Con l’ avanzamento del progetto Tiberio attualmente in corso (da 137 attuali a 338 posti auto totali a servizio del Borgo, a cui si aggiungono 20 posti moto) e l’incremento dei posti all’interno della cinta muraria del centro (vedi ad esempio parcheggi Valturio e Metropark), è infatti previsto un aumento di dotazione di 857 posti auto (di cui 325 già in via di realizzazione), in grado così non solo di assorbire i posti che verranno a meno con l’ampliamento del cantiere del Teatro Galli, ma di implementare l’offerta per i fruitori di un centro storico sempre più riqualificato e quindi attrattivo, grazie a cantieri come l’anello delle nuove piazze, Fulgor e appunto, il Galli”.

“La volontà di puntare su una mobilità meno impattante e meno inquinante è invece alla base della riorganizzazione funzionale del lungomare da Marina a Miramare – continua l’assessore Biagini – realizzata nel 2012 e che ha garantito un ampliamento degli stalli dedicati agli scooter, sono passati da 1.859 a 2.069, per complessivi 210 stalli in più riservati alle due ruote. Un’opera, quella della realizzazione della pista ciclabile su tutto il lungomare, che gradualmente sta contribuendo a cambiare le abitudini dei riminesi e che dopo la diffidenza iniziale, è entrata a far parte della quotidianità di cittadini e turisti”.

Share.

About Author

Leave A Reply