Pubblicità

Rimini: la Giunta ordina la demolizione di quattro abusi edilizi

0

La Giunta comunale ha ordinato la demolizione e il ripristino di quattro abusi edilizi in via Lugano, via Prati, via Dario Campana, via Porto Palos.

“Continua il lavoro di tutela del nostro territorio – ha dichiarato l’assessore alla Tutela e governo del territorio Roberto Biagini – con un impegno costante e consistente a conferma di un’attenzione sempre alta nel centro urbano e nel forese. Quelli approvati ieri costituiscono infatti solo una prima tranches d’interventi con cui questa Amministrazione intende procedere. Un’azione che non si ferma alla ricognizione e al controllo ma prosegue fino al ripristino dello stato di fatto precedente l’abuso edilizio, oltreché giungere ad applicare le sanzioni pecuniarie e penali connesse.

E se qualcuno, come nel caso specifico, fa orecchie da mercante non adempiendo direttamente al ripristino come imposto dalla nostra ordinanza ingiuntiva, provvediamo noi, direttamente attraverso la nostra Anthea, addebitando le spese ai responsabili.”

La Giunta comunale ha infatti approvato nella seduta di ieri la perizia tecnico – economica relativa a quattro abusi edilizi nel territorio comunale. Con questo atto si definiscono così le azioni, le modalità delle demolizioni e del ripristino dei luoghi, nonché dei relativi costi.

In particolare in via Porto Palos verrà abbattuto un manufatto in legno costruito in aderenza all’edificio principale, determinando in 9.699 euro le spese dell’intervento di demolizione. 1.268 euro, invece, la spesa per l’intervento di demolizione di due verande in alluminio su terrazzo in via Dario Campana; circa 10.000 per la demolizione di murature abusive per circa 50 mq. prive di copertura in via Prati; 2.867 euro la spesa per la rimozione di una veranda posta sul terrazzo esistente di mq 6,30 mq.

Le spese effettuate dal Comune di Rimini per la demolizione di fabbricati costruiti abusivamente trova finanziamento in un apposito capitolo del Bilancio comunale. Una volta avvenuta l’esecuzione dell’intervento di ripristino dello stato dei luoghi sarà poi avviata la procedura per il recupero delle spese sostenute nei confronti del soggetto privato responsabile dell’abuso edilizio.

Share.

About Author

Leave A Reply