Pubblicità

Scoperta mensa abusiva all’interno di un condominio residenziale

0

Era dal 2014 che la Polizia Municipale di Rimini riceveva esposti e segnalazioni in merito ad un appartamento posto al primo piano di un condominio di Marebello in cui era stata allestita una vera e propria attività di ristorazione per stranieri dediti al commercio abusivo sulla spiaggia di Rimini Sud.

I condomini si erano accorti che dall’ora di pranzo fino a tarda notte c’era un via vai di persone che si recavano nell’abitazione per ritirare o consumare un pasto.

I condomini lamentavano una situazione non più tollerabile, sia dal punto di vista igienico sanitario, in quanto le esalazioni derivanti dalla cottura dei cibi invadevano gli appartamenti sovrastanti e limitrofi, sia per questioni di disturbo alla quiete e ordine pubblico. Gli avventori della mensa, infatti, si ammassavano all’interno del cortile condominiale e nelle aree comuni,  nell’attesa di essere serviti e spesso vi stazionavano per consumare i pasti.

Dopo una lunga ed accurata attività di indagine, l’Ufficio di Polizia Amministrativa, unitamente al Nucleo Antiabusivismo, è riuscito a raccogliere immagini e filmati che non hanno lasciato dubbi sull’attività di mensa abusiva.

Lunga la lista dele violazioni che va da attività artigianale di gastronomia abusiva, attività di vendita al dettaglio di generi alimentari, nello specifico bevande, sovraffollamento delle persone alloggiate, caldaia non a norma e quindi pericolosa, fino a carenze di natura  igienico-sanitarie, dovute alla presenza  di muffe, sporcizia e umidità.

Inoltre, un occupante dell’appartamento di nazionalità senegalese risultava irregolare sul territorio nazionale, in quanto l’istanza per il rilascio del Permesso di Soggiorno era stata rigettata dalla Questura di Novara.

In totale, per le violazioni riscontrate, sono state elevate sanzioni per circa 10.000,00 euro.

 

Share.

About Author

Leave A Reply